QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SANSEPOLCRO
Oggi 18° 
Domani 19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
mercoledì 18 ottobre 2017

Attualità domenica 19 marzo 2017 ore 09:37

"Avere 20 anni e morire schiacciati"

Rosalba Salvadori (FAI Cisl), in una nota, ha commentato la morte di Gabriele Casi, il giovane taglialegna morto sul lavoro

ANGHIARI — Non ci sono parole né le vogliamo trovare a tutti i costi – dichiara Rosalba Salvadori della FAI Cisl – per commentare una tragedia, l’ennesima che si verifica sul lavoro”.

Questa volta la cronaca è più impietosa che mai: un giovane taglialegna, un ragazzo di 20 che perde la vita schiacciato da quell’albero che stava tagliando. Un incidente sul lavoro, quel lavoro che dovrebbe essere dignitoso e sicuro per assicurare a chiunque di vivere. Ma così non è e la lunga scia di sangue ogni mese è sempre più lunga. Questa volta è toccato ad un ragazzo del nostro territorio, che aveva scelto di svolgere una professione certo pesante e rischiosa, ma che non giustifica questo esito infausto.

“La sicurezza sul lavoro, ancora una volta, ci viene sbattuta in faccia con violenza – ha aggiunto Salvadori –. Non è una campagna accessoria o tanto meno uno slogan è una necessità ed un obbligo. Evidentemente non basta tenere accesa l’attenzione se poi siamo costretti a registrare queste tragedie”.

“È follia pura che un ragazzo, nel 2017, esca da casa per andare a lavorare e non vi faccia più ritorno. Le nostre battaglie – conclude Salvadori – per la garanzia della sicurezza nei luoghi di lavoro non ha mai conosciuto sosta, ma evidentemente non è sufficiente se si continuano a trascurare le elementari ma indispensabili misure di sicurezza. E un pensiero va alla famiglia che sta vivendo una dramma che non può avere conforto”.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Attualità

Politica