QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SANSEPOLCRO
Oggi 7° 
Domani 6° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
venerdì 24 novembre 2017

Politica giovedì 29 giugno 2017 ore 07:00

Museo Civico e rotatoria al centro del Consiglio

Approvato l’Ordine del Giorno sul Museo Civico, discussa la petizione su rotatoria E45. Premiati gli atleti Special Basket e V.A. Sansepolcro

SANSEPOLCRO — Lunedì 26 giugno alle 18:00 si è riunito il Consiglio Comunale di Sansepolcro. I lavori consiliari, intervallati da una breve pausa, hanno visto la discussione di una parte delle interrogazioni all’Ordine del Giorno, oltre al dibattito sulla questione della rotatoria E45 e all’approvazione definitiva del futuro modello di gestione del Museo Civico biturgense.

COMUNICAZIONI – Nelle sue comunicazioni, il presidente Moretti ha rinnovato ai presenti l’invito all’inaugurazione della nuova mostra dedicata a Steve McCurry al Museo Civico. La parola è passata quindi al Sindaco che ha comunicato gli esiti dell’ultima Conferenza dei Sindaci, spendendo buone parole per la nuova direttrice del Distretto Antonella Valeri, ma lanciando anche un importante campanello di allarme per la gestione del sociale, affidata all’Unione dei Comuni, poiché la scure della Regione potrebbe decurtare di un terzo le attuali risorse complessivamente stanziate (500mila euro su 1,5 milioni circa). “Niente di ufficiale, ma è un’opzione che è stata proposta – spiega Cornioli – Entro il 31 dicembre i nostri Comuni hanno inoltre l’obbligo di scegliere tra la convenzione sanitaria con Asl o la costituzione di un Consorzio Società della Salute.”

Buone notizie, invece, dal Palazzetto dello Sport, da oggi ufficialmente agibile. La settimana scorsa la Commissione pubblico spettacolo ha verificato il luogo e sancito la sua agibilità certificata. “La struttura ha ora anche il certificato prevenzione incendi, il secondo dalla sua costruzione.”

INTERROGAZIONI – La parte delle interpellanze ha visto l’Amministrazione fornire risposte sulle tematiche SAV ex-Molino Sociale, pulizia canale dei Banchetti, tassa Consorzio di Bonifica, fitti passivi e Ufficio Sviluppo. In particolare, sull’interrogazione relativa all’accattonaggio molesto, già oggetto di una mozione del gruppo Lega, l’Assessore Marzi ha precisato che c’è già un’ordinanza pronta da alcuni mesi, già riscritta tre volte, sulla quale tuttavia la Prefettura continua a porre il suo veto. Al momento dell’approvazione, la Polizia Municipale riceverà tutte disposizioni del caso.

MUSEO CIVICO – Dopo due sedute consiliari e altrettante Commissioni dedicate, l’Assise ha definitivamente approvato l’Ordine del Giorno sul futuro modello di gestione del Museo Civico, reduce da un’importante fase sperimentale di esternalizzazione dei servizi biglietteria, workshop e organizzazione mostre che ha portato risultati eccellenti e un innalzamento degli ingressi del 60%. Limati gli ultimi dettagli, il provvedimento ha visto la votazione favorevole dei gruppi di maggioranza e di 5Stelle, astensione Lega e contraria Fi e Pd.

ROTATORIA E45 – La seduta si è quindi conclusa con un ampio dibattito relativo alla nuova rotatoria E45, questione oggetto di una raccolta firme organizzata dal gruppo 5 Stelle e presentata dal cittadino Mauro Gallorini.

“Su questa rotatoria non c’è alcuna responsabilità dell’attuale Amministrazione. Non sono andato a dare la caccia a colpevoli e responsabili, il mio impegno era trovare una soluzione.” ha ribadito Cornioli, che ha illustrato alla Sala il progetto preliminare per la realizzazione di una seconda corsia in direzione Sansepolcro e il ridimensionamento della rotatoria di circa un metro e mezzo con possibilità di sormontare la stessa. “Dopo oltre 70 incontri e un lungo lavoro di condivisione e mediazione tra i privati coinvolti, che ringrazio per la disponibilità, abbiamo elaborato l’unica soluzione fattibile: cercare uno spazio dove lo spazio non c’era.”

Essendo presenti all’interno del testo firmato dai cittadini alcune problematiche di forma – si chiede ad esempio l’esatto ripristino del traffico come prima dell’installazione – l’Assise ha optato per il rinvio del punto, anche in virtù dei 60 giorni disponibili per la deliberazione.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica