QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SANSEPOLCRO
Oggi 18°28° 
Domani 13°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
lunedì 24 settembre 2018

Attualità giovedì 22 febbraio 2018 ore 20:30

Arriva il tremendo Buran, la Toscana va sotto zero

In arrivo sull'Italia dalla Russia un'ondata di gelo portata dal vento siberiano. Temperature in picchiata a partire da domenica prossima



FIRENZE — Si chiama Buran il vento forte che nel giro di tre giorni porterà in Italia dalla Siberia un'eccezionale ondata di gelo, facendo precipitare sottozero le temperature delle zone montane e nelle pianure interne della Toscana.

Come spiegato dai previsori del consorzio Lamma, le masse d'aria molto fredda di origine artica-continentale causeranno un marcato abbassamento delle temperature a partire dalla sera di domenica 25 febbraio e fino a giovedì primo marzo. 

Il gelo sarà accompagnato da forti venti di Grecale, in particolare nelle giornate di domenica, lunedì e martedì. L'apice del freddo si toccherà tra lunedì 26 e mercoledì 28 febbraio. 

Sulla base dei modelli ad oggi disponibili, queste i valori massimi e minimi previsti: 

Montagna: da meno 10 a meno 15 gradi centigradi a circa 1500 metri di quota; da meno 5 a meno 10 gradi tra i 600 e gli 800 metri. 

Collina: fra i meno 2 e i meno 7 tra i 300 e i 600 metri. 

Pianure interne: da più 2 a meno 6 gradi. 

Nella mattina di mercoledì i previsori non escludono temperature inferiori a meno dieci gradi nelle valli riparate dal vento, in particolare Val di Chiana, Val d'Orcia, Garfagnana, Lunigiana, Val Tiberina, alto Mugello e Casentino.

Da domenica sera e fino a martedì soffieranno forti venti di Grecale su tutta la regione con raffiche di burrasca, i mari risulteranno quindi molto mossi o localmente agitati a largo. 

Tra la tarda sera di domenica e la mattina di lunedì possibilità di nevicate fino in pianura nelle zone interne della regione, in particolare le province centro meridionali ed orientali (previsione suscettibile di aggiornamenti). 

La Protezione civile regionale ha quindi invitato le strutture territoriali responsabili della gestione della viabilità a verificare preventivamente la propria organizzazione, in particolare l'effettiva operatività dei mezzi e l'adeguata disponibilità del sale per il contrasto delle situazioni di neve e gelo.

Allo stesso modo i gestori dei servizi essenziali sono stati sollecitati a verificare l'effettiva prontezza dei sistemi di contrasto a possibili disservizi, mentre è richiesta alle strutture socio-sanitarie una particolare attenzione verso l'assistenza dei soggetti particolarmente fragili. 

Anche i cittadini sono chiamati a fare la loro parte assumendo comportamenti corretti e evitando di essere di ostacolo al lavoro delle strutture operative e deputate al soccorso. In particolare, a chi si mette al volante si raccomanda di prestare la massima attenzione alla guida, spostandosi solo con pneumatici invernali montati e catene da neve a bordo.

Sconsigliato l'utilizzo di motoveicoli; privilegiare gli spostamenti con i mezzi pubblici informandosi preventivamente sui possibili modifiche del servizio. Evitare, specie se si è anziani, le attività all'aperto che comportano il rischio di cadute su neve o ghiaccio e l'esposizione prolungata al freddo. Inoltre, presso la propria abitazione, si suggerisce di proteggere la propria rete idrica e il contatore utilizzando materiali isolanti e di spargere sale sulle aree di passaggio.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport