QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SANSEPOLCRO
Oggi 16°21° 
Domani 16°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
domenica 29 maggio 2016

Politica mercoledì 30 marzo 2016 ore 08:55

“Il prossimo Consiglio trovi soluzioni concrete"

Insieme Possiamo su tariffe dell'acqua e deposito dei tabacchi: “Dopo i rinvii, il prossimo Consiglio comunale individui soluzioni concrete”

SANSEPOLCRO —  Dopo due rinvii consecutivi, nel prossimo consiglio comunale di giovedì 31 marzo saranno discussi due importanti punti presentati dal gruppo “Insieme Possiamo” - La Sinistra: un ordine del giorno per proporre una diversa articolazione delle tariffe sull'acqua e una mozione in difesa del Deposito dei Tabacchi.

"Per quanto riguarda l'O.d.G. sulle tariffe idriche - spiegano i consiglieri comunali del gruppo in un una nota - chiederemo di predisporre un nuovo metodo di calcolo delle bollette, articolato su base individuale, che preveda l'accesso gratuito a 50 litri di acqua potabile al giorno per cittadino, cioè che sappia garantire quella quantità minima di risorsa che sia l'ONU che il Parlamento Europeo hanno riconosciuto come diritto inalienabile di ogni persona. Allo stesso tempo, la proposta che presenteremo andrà a concentrare i rincari sulle fasce di consumo più elevate: in tal modo oltre a promuovere un utilizzo più responsabile della risorsa, la società che gestisce il servizio riuscirebbe a perseguire gli stessi attuali obiettivi di profitto senza complessive variazioni di rilievo."

"Per quanto riguarda invece la mozione, cercheremo di stimolare una riflessione politica che miri a salvaguardare il deposito dei tabacchi di Sansepolcro, chiedendo al Sindaco e alla Giunta di promuovere un confronto con la società appaltatrice (Logista Italia), affinché la stessa torni sulla decisione di chiudere la filiale di Sansepolcro. Come denunciato qualche settimana fa, si ricorda infatti che per l'ampiezza dell'area rifornita e, allo stesso tempo, per l'indotto alimentato dalle relazioni tra il deposito e i circa 200 esercizi commerciali, la chiusura di tale attività contribuirebbe a deprimere ulteriormente l'economia del nostro territorio."

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Lavoro

Cronaca

Cronaca