QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SANSEPOLCRO
Oggi 18° 
Domani 19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
mercoledì 18 ottobre 2017

Cultura sabato 03 giugno 2017 ore 10:50

La filarmonica Brazzini festeggia i 300 anni

​La Filarmonica "Ermanno Brazzini" festeggerà dall'8 al 10 giugno 2017 il suo trecentesimo anno di attività

PIEVE SANTO STEFANO — Il programma dei festeggiamenti si articolerà nel prossimo week-end, precisamente giovedì 8/6 con la parte religiosa e sabato 10/6 con un raduno pomeridiano di bande

Programma 8/6/2017:
ore 21: Partenza della processione dalla Chiesa Collegiata verso il Santuario della Madonna dei Lumi
ore 21,30 Messa con banda e coro che si alternano
Al termine fuochi artificiali

Programma 10/6/2017
Raduno di Bande Musicali per il 300° anniversario della Filarmonica “E. Brazzini” di Pieve S. Stefano Sabato 10 giugno 2017 Pieve S. Stefano (AR)

Ore 17.00: ritrovo in piazza Plinio Pellegrini (adiacente la sede della Filarmonica di Pieve) e Cocktail di benvenuto.

Ore 17.45: inizio sfilata per le vie di Pieve in questo ordine: Majorettes Lama (in testa) Banda Lama Banda Sansepolcro Banda Bagno di Romagna - S. Piero in Bagno Banda Pieve S. Stefano (a chiusura della sfilata) La sfilata terminerà in Piazza della Collegiata dove le bande si disporranno con le spalle alla chiesa ed eseguiranno un brano ciascuna (esibizione in piedi). (Le Majorettes di Lama oltre che con la propria Banda possono esibirsi, se lo desiderano, anche con le altre Bande).

Ore 19.30: trasferimento in Piazza Plinio Pellegrini per la cena (offerta dalla banda di Pieve per tutti i suonatori e le Majorettes).

Ore 21,15: esibizione delle Bande sul palco di Piazza Plinio Pellegrini. Ogni Banda avrà a disposizione 20 minuti (esibizione con leggii). L’ordine di esibizione è lo stesso della sfilata.

Fonti storiche riportano, addirittura, che l'8 giugno 1717 a Pieve Santo Stefano la banda suonasse in occasione dell'incoronazione dell'immagine della Madonna dei Lumi presso l'omonimo Santuario posto all'ingresso sud della prima cittadina bagnata dal Tevere.

Ermanno Brazzini a cui, nel 1972, viene intitolata la filarmonica. Il maestro insegna a tutti i ragazzi del paese, scrivendo di proprio pugno quelle regole grammaticali in un quaderno i cui contenuti hanno praticamente formato i suonatori di oggi. L'incipit del quaderno delle regole è passato alla storia di Pieve. "La musica è l'arte dei suoni....". Passa il tempo e l’età avanzata costringe il maestro, nel dopo guerra, a lasciare il podio a due nipoti: Ermanno Camaiti e Roberto Leonardi.

Oggi la Filarmonica “Ermanno Brazzini” è composta da circa 30 elementi diretti, dall'ottobre 2014 dalla giovane e talentuosa sassofonista Marta Paceschi. Dall’11 novembre 2001 ha però riaperto la sua scuola di musica chiamando ad insegnare suonatori diplomati al conservatorio e ampliandola con un corso di perfezionamento per strumenti a fiato.

Come detto il 10 giugno festeggerà con un "raduno" i suoi trecento anni di vita insieme ai "colleghi" della Filarmonica "Perseveranti" di Sansepolcro diretta dal M° Andrea Marzà, delle majorettes e filarmonica di Lama diretta dal M° Giovanni Comanducci e della Filarmonica "Santa Cecilia" di San Piero in Bagno diretta dal M° Tolmino Marianini.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Attualità

Politica