Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:SANSEPOLCRO11°23°  QuiNews.net
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il siparietto di Draghi e il pavone: «Ci accompagna da stamattina, sentiamo cosa dice»

Cronaca lunedì 03 maggio 2021 ore 11:50

La notte di follia di un 47enne aretino

E' partito da Arezzo ed ha raggiunto Sansepolcro, sottraendo l'auto al padre. Ha devastato un punto ristoro al Borgo e un ristorante ad Anghiari



AREZZO — La folle notte di un 47enne aretino è iniziata proprio nel capoluogo alle 4 di mattina del 25 aprile, quando ha deciso di sottrarre la macchina del padre con cui vive, una Fiat 500. L’uomo aveva già avuto in passato problemi con la legge ed è inoltre in cura presso il servizio di salute mentale. 

Dalla città si è diretto a folle velocità a Sansepolcro dove le telecamere della videosorveglianza comunale lo hanno immortalato entrare alle 5,15. Si è diretto in un noto punto di ristoro di distributori automatici e li ha devastati con una mazza, infrangendone i vetri e prendendone il contenuto. 

La corsa non si è fermata. Alle 7 del mattino, ha raggiunto la località “La Scheggia” di Anghiari, dove ha frantumato la vetrina del ristorante del posto e rubato delle bottiglie di vino al suo interno. Lì poi si è separato dalla macchina ed è scappato. 

I Carabinieri del Comando Compagnia di Sansepolcro, già al lavoro dal primo danneggiamento al punto ristoro, sono stati attivati per il secondo episodio nel comune di Anghiari. 

Un'altra pattuglia, grazie al prezioso coordinamento della Centrale Operativa del Comando Compagnia Carabinieri di Arezzo, ha raggiunto il ristorante e ha trovato l'auto abbandonata.  Sono subito partire le ricerche, che dopo poco hanno portato a rintracciare il 47enne: frastornato e in evidente stato confusionale, in località “Motina”, sempre una frazione di Anghiari. 

I militari, a conoscenza dei problemi di salute mentale dell'uomo e con i dovuti modi, sono riusciti a convincerlo a farsi assistere da personale del 118, intervenuto sul posto. Scortato all'ospedale di Sansepolcro per le cure mediche di prima necessità e poi trasferito ad Arezzo presso il reparto di psichiatria, il 47enne aretino dovrà rispondere dei reati di danneggiamento aggravato e furto aggravato.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Numeri altri ad Anghiari e Sansepolcro. Aumenta il contagio in tutta la provincia. Stabile la situazione dei ricoveri. In 61 dichiarati guariti
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità