Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:54 METEO:SANSEPOLCRO17°30°  QuiNews.net
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
giovedì 17 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Attualità giovedì 22 aprile 2021 ore 16:49

BCC Anghiari e Stia, il Covid non frena la crescita

Il presidente Sestini e il dg Pecorari della Bcc Anghiari e Stia

La Banca chiude il 2020 con un utile netto di 1,2 milioni di euro. Soddisfatto il presidente Sestini: "Confermata la nostra vicinanza al territorio"



ANGHIARI — E' tempo di bilanci. In questo annus horribilis, contraddistinto dalla pandemia e da tutte le conseguenze economiche ad essa associata, la Bcc di Anghiari e Stia chiude il 2020 con un utile netto che sfiora 1,2 milioni di euro. Si tratta di numeri importanti che testimoniano la bontà dell'operato dei manager dell'Istituto che che si conferma sempre più Banca del territorio, vicina ai bisogni concreti di soci e clienti. L'Istituto di credito, infatti, in questi mesi si è adoperato per sostenere le famiglie e le imprese, soprattutto quelle più duramente colpite dalle restrizioni e dalle difficoltà economiche.

A testimonianza di questo impegno e assunzione di responsabilità, basta citare le 856 sospensioni di mutui in essere accordate e i 29,4 milioni di finanziamenti a tassi agevolati con garanzia statale, complessivamente concessi a 1042 aziende del territorio a seguito del decreto "Cura Italia". 

Tra i dati salienti dell'esercizio 2020, è da segnalare la crescita della raccolta complessiva (diretta e indiretta), attestatasi a 671,8 milioni di euro (+10,3% rispetto al 2019). In particolare, la raccolta diretta segna un +11,5% che testimonia la fiducia che i risparmiatori accordano all’istituto. In riduzione gli impieghi lordi a clientela, passati da 379,2 milioni di fine 2019 a 369,7 milioni (- 2,5%), per effetto della cessione delle sofferenze, realizzata lo scorso novembre, per euro 21,4 milioni, che ha portato ad una riduzione dei crediti deteriorati da 63,9 a 45,1 milioni di euro (-18,8 milioni, pari a -29,4%). I fondi propri della Banca al 31 dicembre 2020 sono pari a 51,4 milioni di euro, in aumento di 2,7 milioni di euro (+5,5%). A dimostrare la solidità patrimoniale della Banca la dinamica positiva dei principali indici: il Cet1 capital ratio, il TIER 1 capital ratio e il Total capital ratio sono pari rispettivamente a 13,83%, 13,83%, 15,89%, ampiamente superiori ai limiti previsti dalla normativa di vigilanza. 

Il progetto di bilancio sarà sottoposto all’assemblea ordinaria dei soci, indetta in seconda convocazione per venerdì 30 aprile alle ore 15 ad Anghiari presso i locali di Villa Gennaioli, recentemente ristrutturata. In considerazione delle vigenti norme anti-Covid, l’assemblea si terrà senza la presenza fisica dei soci, che potranno esercitare il diritto di partecipazione e di voto conferendo la delega al rappresentante designato dalla Banca. Sul sito istituzionale www.bancadianghiariestia.it sono pubblicate tutte le informazioni utili. 

"La pandemia - afferma il presidente Paolo Sestini - ha mutato il quadro economico e sociale di riferimento e ha avuto ripercussioni in ogni aspetto della nostra vita. Il nostro istituto, ancora una volta, ha saputo confermare la sua vicinanza al territorio e alle persone, aderendo a iniziative nazionali e mettendone in campo di proprie, per dare continuità all’erogazione del credito e far fronte alle esigenze di liquidità di famiglie e imprese". 

"La nostra Banca – prosegue il direttore generale Fabio Pecorari - ha reagito in tempi rapidi a una situazione emergenziale inedita, adottando tutti gli strumenti disponibili per attenuare gli effetti della crisi e sperimentando tecniche e modalità di interazione con i clienti nuove e semplificate, possibili grazie alla digitalizzazione e all’innovazione tecnologica. I risultati del bilancio 2020 stanno a significare il raggiungimento di un equilibrato assetto economico, finanziario e patrimoniale della nostra Banca, che è la premessa per guardare con ottimismo al futuro, nell’ottica di un’auspicata e graduale ripresa".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato denunciato per furto aggravato dopo che aveva rubato un chiavistello al mercatino dell'antiquariato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Cultura