Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:30 METEO:SANSEPOLCRO16°27°  QuiNews.net
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
sabato 18 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Napoli, bimbo caduto dal balcone: fiori sul marciapiede della caduta

Politica martedì 27 luglio 2021 ore 13:10

E45, FdI rialza la voce "caos inaccettabile"

Mozione di Veneri per impegnare la Regione ad intervenire anche con i gestori di Autostrade. Situazione difficile anche in A1



SANSEPOLCRO — Da mesi avevamo sollecitato Anas e Regione a mettere mano alla disastrata superstrada, e puntualmente con l’estate l’esodo verso il mare è diventato un percorso ad ostacoli, il tratto toscano è un cantiere unico. Possiamo utilizzare tutte le parole che vogliamo, mulattiera, girone infernale, tour della vergogna, ma la realtà non cambia. E, addirittura, questa estate la situazione è, se possibile, peggiorata con cantieri nuovi che si vanno a sommare a quelli datati di mesi e anni: sul viadotto del Puleto si viaggia a 30km orari” dichiarano il Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Gabriele Veneri, ed il vice-presidente del circolo di Sansepolcro di Fratelli d Italia, Giuseppe Carbonaro.

“A maggio abbiamo presentato un’interrogazione alla Regione chiedendo un cronoprogramma dei lavori, dopo le mezze risposte avute dalla Giunta siamo tornati alla carica con una mozione per impegnare la Regione ad avviare un’interlocuzione con Anas. Avevamo chiesto di mettere mano alla ex Tiberina 3bis perché riprendo il traffico di quella strada si sarebbe creata una viabilità alternativa per decongestionare la disastrata E45” ricorda Veneri.

“Adesso, nel pieno dell’estate, ci ritroviamo con una superstrada che non è neppure una strada di montagna tanto è accidentata e tanto è costellata di deviazioni, restringimenti, avvallamenti, buche. Ma chi risponde ai disagi di residenti e turisti e ai problemi delle aziende? La Regione deve metterci la faccia e spiegare perché la Valtiberina è costretta a vivere un'altra estate di caos per una viabilità che non esiste” chiedono Veneri e Carbonaro.

“E visto che la viabilità non è in ginocchio solo sulla E45 ma anche sulla A1, come Fratelli d’Italia, abbiamo presentato una mozione per impegnare la Regione ad intervenire con i gestori delle autostrade che attraversano la Toscana affinché vengano predisposte riduzioni del prezzo dei pedaggi nei tratti interessati da forti rallentamenti alla circolazione, fino ad arrivare al pedaggio gratuito, in base ad un calcolo oggettivo direttamente proporzionale ai ritardi considerati. La Regione deve agire per responsabilizzare maggiormente il gestore delle autostrade toscane, affinché venga raggiunto l’obiettivo di uno standard qualitativamente alto, e, laddove si verifichino disservizi e disagi nelle autostrade del territorio toscano, non siano gli utenti a dover pagare bensì il gestore” termina Veneri.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Domani e domenica la mostra fotografica allestita al Museo Civico che si ispira alla pittrice sudamericana. Tutto, dall'arte al cibo, in tema
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Politica