Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:35 METEO:SANSEPOLCRO11°  QuiNews.net
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
lunedì 17 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Scuola, Bianchi: «Vaccino obbligatorio per la tutela di tutti»

Attualità lunedì 06 dicembre 2021 ore 17:35

"La città nella città", la voce della Buitoni

Interviste e ricerche condotte da giovani professionisti biturgensi. Venerdì a Palazzo Muglioni l'inaugurazione. Evento aperto alla cittadinanza



SANSEPOLCRO — E' la storia recente di Sansepolcro. Una realtà che ha contribuito alla crescita economica e sociale di tante famiglie biturgensi. La Buitoni è Sansepolcro. Così venerdì 17 dicembre alle ore 16 si terrà a CasemArcheologica l'inaugurazione della mostra sulla Buitoni.

Un lavoro di ricerca e di raccolta di interviste fatto da giovani professionisti locali e sostenuto da Fondazione CR Firenze con il contributo di Intesa Sanpaolo.

All'inaugurazione saranno presenti Francesca Mercati, Assessora alla Cultura del Comune di Sansepolcro e Barbara Tosti, Responsabile Settore Arte, Attività e Beni Culturali della Fondazione CR Firenze, in collegamento, insieme alle numerose persone che hanno condiviso le proprie testimonianze di vita e lavoro alla Buitoni e ai cittadini e cittadine che interverranno.

Nel pomeriggio di sabato 18 dicembre, alle ore 16,30, si svolgerà una lezione aperta con gli interventi di Claudio Repek, Catia Del Furia e Claudio Cherubini che hanno condotto diversi studi sulla storia della Buitoni.

Proprio all’interno di Palazzo Muglioni si trovano i locali che hanno visto l'importante fase di crescita della Buitoni con l'impiego dei primi macchinari per la produzione della pasta

CasermArcheologica con il CRAL Buitoni hanno dunque avviato una scrupolosa raccolta di testimonianze delle voci, dei ricordi di coloro che hanno vissuto, e stanno vivendo, in prima persona le diverse fasi dei quasi duecento anni di storia della Buitoni.

“La mostra su Buitoni – spiegano Ilaria Margutti e Laura Caruso, curatrici di CasermArcheologica – rielabora in forma artistica la memoria dei lavoratori e delle lavoratrici, custodi di preziose storie e aneddoti, fornendo uno spaccato dei tanti aspetti storici e sociali legati alla vita dentro e intorno alla fabbrica da restituire alle giovani generazioni, per stimolare una riflessione sugli aspetti generativi presenti e futuri per la Valtiberina”.

“L’obiettivo del CRAL è quello di mantenere viva questa memoria e di trasmetterla il più possibile, affinché non vada persa. – aggiunge Valerio Giunti, vicepresidente del CRAL –Raccogliere le voci e i ricordi di queste persone dà veramente misura al senso di comunità che si è creato intorno alla Buitoni e alla sua storia”.

Il gruppo di giovani professionisti che ha condotto la ricerca è composto dallo scrittore Riccardo Meozzi, dal regista e videomaker di 321 Video, Jacopo Tonelli e da Martina Tognelli, coordinatrice del team di lavoro; tre giovani tra i venti e i trent'anni che fin da maggio scorso hanno intervistato le memorie storiche della Buitoni scoprendo dalle loro parole non solo fatti ed eventi di cronaca, ma anche tante emozioni, ricordi e immagini che la vita intorno alla Buitoni ha lasciato negli anni; tra tutti il ricordo evocato più frequentemente è il profumo dei biscotti Nipiol che si spargeva per la città. Sono nati diversi video in cui oltre alle interviste compaiono le immagini storiche fornite da Michele Patucca e dal CRAL Buitoni. La mostra vede poi l’intervento artistico delle illustratrici Rosanna Lama e Silvia Governa, con la direzione di Gianluigi Toccafondo, disegnatore tra i più noti in Italia, di cui CasermArcheologica ha ospitato la mostra La favola del pesce cambiato; le disegnatrici hanno illustrato alcune delle fonti raccolte, integrando il materiale documentario.

Al termine della mostra, le interviste e il materiale multimediale rimarranno nella collezione permanente di CasermArcheologica e saranno donate al CRAL Buitoni per l'archivio storico aziendale.

Il progetto espositivo e di allestimento è affidato all’esperienza di Claudio Ballestracci, artista di riferimento per CasermArcheologica.

In occasione dell'inaugurazione della mostra sono in programma due giorni di attività, dopo l'inaugurazione del 17 Dicembre, nel pomeriggio di sabato 18 dicembre, alle ore 16,30, si svolgerà Buitoni, storia di un'azienda, di una famiglia, di una città, una lezione aperta sui diversi aspetti storici della Buitoni, con Catia Del Furia, Claudio Cherubini e Claudio Repek, autori di diversi studi di storia contemporanea per dare un quadro completo delle vicende in cui la storia della Buitoni si inserisce.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Diminuito il numero dei pazienti in bolla all'ospedale San Donato. Positivi in tutte le vallate, il capoluogo conta altri 192 malati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità