QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SANSEPOLCRO
Oggi -0°3° 
Domani -2°-1° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
giovedì 24 gennaio 2019

Cronaca sabato 22 dicembre 2018 ore 18:00

Quel disperato tentativo di spegnere le fiamme

Il rogo divampano poco dopo le 4 di questa notte in una abitazione a Padonchia è costato la vita a due anziani coniugi. Intossicate madre e figlia



MONTERCHI — Potrebbe esserci il malfunzionamento di una stufa alla base dell'incendio divampato poco dopo le 4 di questa notte in una abitazione a Padonchia e costato la vita a due anziani coniugiGina Scarselli, di 80 anni e il marito  84enne Giuseppe Baldi.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l'uomo potrebbe aver tentato di spegnere l'incendio, venendo avvolto dalle fiamme, mentre ad uccidere la donna, disabile, sarebbero stati i fumi sprigionati dal rogo. L'anziana è stata infatti ritrovata dai soccorritori ancora nel letto.

I due anziani vivevano al primo piano della palazzina interessata dalle fiamme, ma a dare l'allarme è stata la nipote dei due coniugi, che vive al piano superiore insieme insieme ai genitori. La giovane si è svegliata nel cuore della notte a causa dell'odore del fumo e ha chiamato i soccorsi. La 27enne e la madre di 56 anni, si sono salvate salendo sul terrazzo. Intossicate ma non in modo grave, sono state affidate al 118 e trasportate all'ospedale di Sansepolcro in codice giallo.

Ancora in corso i rilievi da parte dei vigili del fuoco, volti ad individuare le cause precise dell'incendio. Indagano i carabinieri.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca