Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:54 METEO:SANSEPOLCRO17°30°  QuiNews.net
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
giovedì 17 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Cronaca venerdì 11 giugno 2021 ore 18:40

Discarica abusiva a pochi passi dal centro

Scoperta dai Carabinieri su un terreno di proprietà demaniale sotto il cavalcavia della E45. rinvenuti rifiuti speciali, elettrodomestici e mobilio



PIEVE SANTO STEFANO — Tutela dell'ambiente e lotta al traffico dei rifiuti. I Carabinieri del Comando Compagnia di Sansepolcro hanno individuato, a pochi passi dal centro abitato di Pieve Santo Stefano, una discarica abusiva a cielo aperto.

Si tratta di un terreno verde, di proprietà del Demanio, ubicato sotto il cavalcavia della E45. Gli uomini dell'Arma, quindi, hanno effettuato un accurato sopralluogo catalogando i rifiuti speciali rinvenuti e tra questi porzioni di mobilio, elettrodomestici di grandi dimensioni, apparecchiature elettroniche e componenti di autovetture.

Tale catalogazione ha consentito l’individuazione del responsabile: un 27enne pluripregiudicato, residente a Sansepolcro, che è stato deferito all’autorità giudiziaria per le ipotesi delittuose di attività di gestione di rifiuti non autorizzata e aggravata dalla loro pericolosità, avendo i militari rinvenuto anche delle batterie per automobile e camion.

L’uomo, oltre a rispondere penalmente per le sue malefatte, dovrà ripristinare lo stato dei luoghi per effetto d’idonea ordinanza emessa dal Comune di Pieve Santo Stefano.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato denunciato per furto aggravato dopo che aveva rubato un chiavistello al mercatino dell'antiquariato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Cultura