comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:31 METEO:SANSEPOLCRO13°  QuiNews.net
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
venerdì 27 novembre 2020
corriere tv
Napoli, davanti al San Paolo l'emozionante omaggio dei tifosi: cori e fumogeni per Maradona

Attualità martedì 20 ottobre 2020 ore 13:00

Cuore o progresso, la scelta di Zed 1

La Street Art continua ad arricchire il centro storico del Borgo. Ultime ore di lavoro per l'artista fiorentino



SANSEPOLCRO — Finirà domani di lavorare a Sansepolcro Zed 1, lo street artist fiorentino che sta trasformando la grande parete di un edificio tra via Agio Torto e via dei Servi.

Con la collaborazione di Benedetta Matteucci, il suo progetto sta prendendo forma, con il disegno di un uomo, un balestriere per la precisione, che ha nelle mani la possibilità di orientare il suo futuro o verso le mete imposte dal consumismo, o verso quei sentimenti autentici che sono simboleggiati da un cuore.

“Il soggetto scelto rientra perfettamente nel tema della cultura della pace che stiamo portando avanti con il progetto ‘L’Arte in-strada’dichiara l’assessore Gabriele Marconcini, che ha fatto visita al cantiere – Abbiamo chiesto a Zed 1 di utilizzare qualcosa che sia emblematico di Sansepolcro e siamo entusiasti che la scelta sia ricaduta sul tema della balestra. L’opera è veramente bella e sembra quasi uscire dalla bidimensionalità della parete; i colori sono vivi e luminosi, mentre il volto riporta i tipici tratti distintivi che con il tempo sono diventati il segno più caratteristico di Zed 1”.

Si arricchisce quindi il circuito della Street Art al Borgo, dopo le opere di altri artisti che negli ultimi mesi si sono alternati nel centro storico: da Ache 77 a Ninjaz, da Cento e Deno a ExitEnter.

“Aver deciso di creare un circuito nel centro storico, con questi lavori, ha un duplice significato - spiega Marconcini – Da una parte ci sono il recupero e la valorizzazione degli spazi imbrattati, garantendo così una manutenzione più accurata nel tempo; dall’altra per motivi culturali e turistici, visto che sull’onda di Banksy al Borgo stanno arrivando tanti visitatori che amano questa arte, soprattutto giovani. Creare questo tipo di sistema in periferia, per esempio, non ci aiuterebbe più di tanto in questo senso: sarebbe dispersivo e sicuramente i turisti non avrebbero occasione di apprezzare le opere come accade invece nelle loro passeggiate in centro. Dobbiamo essere bravi a trovare il giusto equilibrio tra antico e moderno. Questa può essere una marcia in più per la nostra comunità e per la rivitalizzazione del centro storico”.

Intanto, sabato prossimo alcuni ragazzi dello Skate Park saranno con Marconcini in via del Campaccio per ridipingere due muri imbrattati. “E’ un modo per sensibilizzare i giovani contro gli atti vandalici. Un’azione di valore simbolico ed educativo in cui crediamo molto” conclude l'assessore.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS