Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:SANSEPOLCRO14°  QuiNews.net
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
lunedì 25 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Maltempo in Sicilia: auto travolte dal fango a Scordia, si cercano dispersi

Attualità mercoledì 22 settembre 2021 ore 10:14

Un convegno sull'istituzione della Diocesi

L’evento si tiene domani, venerdì e sabato. Prende il via da Sansepolcro e coinvolge anche Sestino e Città di Castello



SANSEPOLCRO — E’ organizzato per il 23, 24 e 25 settembre, in occasione del V centenario dell’ istituzione della diocesi di Sansepolcro e del passaggio di Sestino alla Repubblica di Firenze, un convegno dal titolo "Politica, economia, società tra Alta Valle del Tevere e Montefeltro (secoli XV-XVI)". L’evento avrebbe dovuto tenersi nel settembre 2020, anno del Cinquecentenario, ma la situazione Covid non lo ha permesso. La macchina organizzativa quindi non si è fermata e la tre giorni si snoderà adesso tra Sansepolcro, Città di Castello e Sestino.

Si tratta di un convegno internazionale ad alto spessore culturale che offre l’occasione di approfondire la conoscenza della storia del periodo tra ’400 e ’500, fondamentale per la comprensione dell’attuale assetto territoriale-amministrativo dell’area tra Toscana, Umbria e Romagna.

Domani, giovedì 23 settembre il convegno prenderà il via a Sansepolcro, nella Sala Consiliare; venerdì si sposterà nella sala comunale di Sestino mentre la conclusione è in programma a Città di Castello sabato nella sala conferenze “Spazio 42” della Biblioteca comunale.

L’evento è organizzato dalla Deputazione di Storia Patria per la Toscana e dalla Deputazione umbra, in collaborazione con il Comune di Sansepolcro, Sestino, Città di Castello, Centro Studi “Mario Pancrazi”, Associazione Storica dell’Alta Valle del Tevere e Associazione Palazzo Vitelli a Sant’Egidio.

Il convegno consente di riportare l'attenzione su un aspetto molto importante della storia e sul percorso che ha portato all'istituzione di una diocesi autonoma a Sansepolcro, condizione necessaria per essere riconosciuti come una vera e propria città. Questo sancì l'importanza di Sansepolcro, aumentando il prestigio di un territorio che dal quel momento ha potuto essere equiparato agli altri centri della Toscana e dell'Italia centrale.

“Questi momenti di riflessione, di studio e di ricordo sono occasione per stimolare i cittadini a porsi in maniera attiva all'interno della comunità – sottolinea l’Amministrazione comunale - Rappresentano inoltre la spinta per valorizzare pienamente il nostro patrimonio storico e culturale su cui si forgia l’identità di questo territorio”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il virus è stato riscontrato in 3 Comuni. Ai minimi storici i ricoverati al "San Donato", che mantiene la rianimazione vuota. Calano le quarantene
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità