QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
SANSEPOLCRO
Oggi 12°14° 
Domani 10°20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
mercoledì 24 aprile 2019

Attualità lunedì 18 marzo 2019 ore 18:40

Diga Montedoglio, entro settembre i lavori

Circa sei milioni di euro e un anno di lavoro per per il rifacimento dei nuovi conci in sostituzione di quelli crollati. Pubblicato il bando



ANGHIARI — Entro settembre dovrebbero partire i lavori per il rifacimento dei nuovi conci della diga di Montedoglio.

E' quanto è merso questa mattina nel corso della riunione che si è tenuta nell'ufficio del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, presenti gli assessori all'ambiente e al governo del territorio, Federica Fratoni e Vincenzo Ceccarelli, insieme ai dirigenti regionali e al presidente e ai componenti del consiglio di amministrazione dell'Ente acque umbro toscano che gestisce, oltre ad altre opere, la diga (sul Tevere) di Montedoglio situata nei comuni di Sansepolcro e Anghiari.

"Non appena la Magistratura ha dissequestrato i conci crollati - si legge in una nota della giunta regionale- l'Ente si è attivato per procedere ad una gara per il ripristino della piena funzionalità della diga tramite il rifacimento di nuovi conci in sostituzione di quelli crollati. Proprio oggi è stato pubblicato il bando, per un importo di circa 6 milioni di euro. Il tempo previsto per completare i lavori è di 12 mesi, ma verrà premiato chi, oltre a presentare l'offerta più vantaggiosa, si impegnerà a realizzare l'opera in un tempo inferiore. In ogni caso entro il 2020 la diga dovrebbe tornare alla sua piena funzionalità, garantendo un incremento potenziale della capacità dell'invaso pari a circa 50 milioni di metri cubi aggiuntivi".

"In vista di questo nuovo scenario - si legge nella nota- il presidente Rossi ha chiesto che si proceda in tempi brevi con un aggiornamento del Piano irriguo, allo scopo di tenere conto del fabbisogno idrico dei territori toscani ed umbri che ricadono nelle vicinanze dell'invaso".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca