Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:54 METEO:SANSEPOLCRO16°30°  QuiNews.net
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
giovedì 17 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Euro2020, paracadutista sullo stadio prima di Germania-Francia: urta un cavo e rischia finire sulle tribune

Attualità lunedì 19 aprile 2021 ore 12:06

Nuova vita per il Cerfone

Importante intervento di manutenzione da parte del Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno. Prossimo step: il torrente Sovara



MONTERCHI — L’operazione “Fiumi sicuri” in Valtiberina continua. Dopo aver rimesso in forma due importanti tratti del Tevere, nel comune di Pieve Santo Stefano, i lavori di manutenzione, programmati nella vallata dal Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno, si sono spostati sul torrente Cerfone nel territorio comunale di Monterchi. Sotto i ferri è finito un tratto di oltre 2 km, compreso tra l’area del Mercatale e la località Le Ville.

Grave la situazione di partenza, complicata nel tempo dalle piene, dalle gallerie e dai cunicoli scavati dagli animali selvatici, dal terreno trascinato dagli alberi caduti sotto la forza di eventi meteorologici violenti. Le arginature dell’importante corso d’acqua, uno dei principali affluenti del Tevere, risultavano infatti molto indebolite.

“E’ servita una robusta ed efficace terapia d’urto per rimettere in sesto l’asta fluviale” spiegano l’ingegner Chiara Nanni, referente di area dell’Ufficio Difesa idrogeologica e l’ingegner Enrico Righeschi, direttore dei lavori.

“Alcuni punti, come in località Molino dello Scoglio, sono stati riprofilati. In corrispondenza di crolli, dovuti ai cunicoli scavati dagli animali selvatici, come in località Pocaia, o ai dissesti generati dalla caduta delle alberature, come in loc. Le Ville, si è resa necessaria la ricostruzione delle sponde. Nei punti di accumulo, i sedimenti sono stati movimentati e il materiale è stato riutilizzato per sanare gli scoscendimenti dovuti all’erosione”, commentano gli ingegneri.

“Il Cerfone è tornato in forma - aggiunge la presidente Serena Stefani - Nel tratto oggetto delle lavorazioni ha riconquistato i suoi spazi, il letto è stato ripristinato e il paramento arginale, molto frequentato da ciclisti e pedoni, risulta consolidato. L’operazione è stata condivisa e studiata con l’amministrazione comunale che ha pensato di ottimizzare gli effetti dell’intervento, finalizzato al miglioramento della funzionalità idraulica, anche per assicurare maggiore fruibilità dell’area”.

I lavori di manutenzione ordinaria, previsti nel lotto da oltre 35 mila euro, adesso continuano. Uomini e macchine del Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno sono pronti a spostarsi sul Torrente Sovara e su alcune aste della Piana della Battaglia nel comune di Anghiari.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo è stato denunciato per furto aggravato dopo che aveva rubato un chiavistello al mercatino dell'antiquariato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cultura

Cronaca