Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:SANSEPOLCRO14°  QuiNews.net
Qui News valtiberina, Cronaca, Sport, Notizie Locali valtiberina
lunedì 25 ottobre 2021

PSICO-COSE — il Blog di Federica Giusti

Federica Giusti

Laureata in Psicologia nel 2009, si specializza in Psicoterapia Sistemico-Relazionale nel 2016 presso il CSAPR di Prato e dal 2011 lavora come libera professionista. Curiosa e interessata a ciò che le accade intorno, ha da sempre la passione della narrazione da una parte, e della lettura dall’altra. Si definisce amante del mare, delle passeggiate, degli animali… e, ovviamente, della psicologia!

​Grazie a ciò che ho e ciò che faccio!

di Federica Giusti - venerdì 17 settembre 2021 ore 16:34

Si lo so che noi psicologi siamo bravi a trovare sempre il lato positivo delle cose, però vi assicuro che lo facciamo perché siamo profondamente convinti del potere di questo modo di approcciarsi alla realtà.

La vita non è solo bella, divertente ed entusiasmante. Lo sappiamo bene tutti. In alcuni momenti fa proprio schifo, diciamo la verità.

Ma difficilmente non esiste nemmeno un pezzetto della nostra esistenza che vada nel verso giusto. Dobbiamo solo impegnarci molto a trovarlo.

Io abito in una piccola città, Pontedera. So che non è Manhattan, nemmeno Parigi e tanto meno Firenze, solo per citarne alcune. E allora? Posso scegliere se mettermi qua a battere i piedi in terra di fronte alla chiesa del Crocifisso, oppure iniziare a scovare angoli piacevoli intorno a me. E allora magari entro nella Chiesa e ne apprezzo la bellezza nella sua semplicità, magari poi faccio un salto in Duomo, e poi passeggio in centro, cammino lungo il fiume, vado a fare colazione in una delle numerose ottime pasticcerie, mi godo un tramonto al lago, magari mangiando una pizza.

E se faccio questo per la mia città, perché non posso farlo con la mia vita?

Osservarla con la lente della gratitudine non è così difficile e può davvero farci stare meglio.

Siamo spesso talmente così concentrati su ciò che ci manca - e non mi riferisco solo alle cose materiali ovviamente - da non pensare a ciò che abbiamo. Le persone ci lasciano, ci deludono, ci allontanano o siamo noi ad allontanarle, ma rimaniamo lì, a incaponirci come mosche contro un vetro, senza riuscire a vedere chi c’è, chi è presente, chi è con noi, chi davvero ci vuole bene.

E questo è solo un esempio.

Essere consapevoli di ciò che abbiamo ci permette di allontanare la negatività, e, con questa, la paura e lo stress. Ci permette di approcciarci alla vita di ogni giorno in maniera più autentica e serena. E non è cosa da poco eh!

Un buon esercizio può essere proprio quello di addormentarsi ripetendo tra se’ e se’ almeno 5 cose positive accadute durante la giornata che sta volgendo a termine. Riconoscere questi elementi e ringraziare per ciò che abbiamo, ci permetterà di apprezzarne ancora di più il potere. E aiuterà a scacciare qualche nuvolo all’orizzonte.

Fidatevi!

Federica Giusti

Articoli dal Blog “Psico-cose” di Federica Giusti

Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità